Pentola a pressione: manutenzione necessaria per assicurarne la durabilità

La pentola a pressione è un particolare tipo di pentola, che rispetto ad una pentola tradizionale è in grado di ridurre drasticamente i tempi di cottura. Il primo prototipo di pentola a pressione risale a più di duecento anni fa: nei secoli ovviamente i modelli in commercio hanno subito radicali trasformazioni, sia per quanto riguarda l’estetica che la sicurezza.

Sicurezza

Gli inesperti potrebbero preoccuparsi di non essere in grado di utilizzare una pentola a pressione, avere paura di incorrere in incidenti domestici, ma in questo articolo vogliamo rassicurarvi in merito alla sicurezza delle pentole a pressione, che sono tutte dotate di una valvola sul coperchio che ha lo scopo di far uscire il vapore accumulatosi all’interno della pentola.

Se acquisterete una pentola a pressione di qualità, che sia stata fabbricata in base alle vigenti normative in materia di sicurezza, non dovrete aver alcun timore. Basterà fare un po’ di pratica e vi renderete immediatamente conto del vantaggio di averla in cucina.

Istruzioni d’uso

Il metodo di cottura con la pentola a pressione si basa su pochi semplici passaggi:

  • Inserimento di alimenti e acqua, facendo attenzione a non superare il limite indicato dalla piccola linea orizzontale in rilievo nella pentola.
  • Chiusura ermetica del coperchio tramite l’apposita leva.
  • Abbassamento della valvola presente sul coperchio, che servirà appunto a consentire la fuoriuscita di vapore durante la cottura.

Un’ultima accortezza da seguire in fase di cottura è la potenza della fiamma: in fase iniziale dovrete regolare i fornelli a “fiamma alta“, questo fino al momento in cui la pentola non comincerà a fischiare. Questo sarà il segnale che vi indicherà che è il momento di abbassare la fiamma e dovrete attendere circa 10-15 minuti prima di spegnere.

Prima di aprire il coperchio della pentola a pressione ricordatevi di sollevare la valvola di decompressione: sentirete un click e vi sarà un’intensa fuoriuscita di vapore.

Dopo aver svolto queste due ultime operazioni potrete aprire la pentola in sicurezza. Seguendo i nostri consigli vi renderete conto della facilità di cucinare con una pentola a pressione e soprattutto avrete la sicurezza di gustare cibi le cui proprietà nutritive saranno inalterate e il sapore più intenso.

I cibi cotti nella pentola a pressione risultano più nutrienti rispetto a quelli preparati con altri metodi di cottura più tradizionali per il fatto che la chiusura ermetica consente il raggiungimento di una temperata interna di 120° C e un accumulo di vapore che serve per garantire una cottura ottimale ed anche più veloce.

Qualità dei materiali

Come già accennato nei paragrafi precedenti è molto importante acquistare solo prodotti certificati e di qualità: questo perché la pentola a pressione, se non brevettata secondo gli standard di sicurezza oggi in vigore potrebbe rivelarsi molto pericolosa.

Si tratta sempre di un tipo di pentola che accumula vapore al suo interno e pertanto è necessario che tutto il sistema di compressione e decompressione, ovvero il coperchio ermetico e la valvola, siano perfettamente funzionanti e sicuri.

Altro elemento di fondamentale importanza è la qualità dei materiali: le pentole a pressione, per essere considerate di qualità, devono essere improrogabilmente in acciaio inox.

L’acciaio inox, abbreviazione che sta per “inossidabile“, è un tipo di materiale altamente resistente nel tempo, che non si ossida e non si corrode. Ecco perché una pentola a pressione, se di qualità, può durare anche più di vent’anni.

Manutenzione

Ma per far durare una pentola a pressione nel tempo non basteranno dei materiali di qualità, ma sarà necessario avere alcune accortezze e svolgere poche e semplici operazioni di pulizia e manutenzione. Vediamo nello specifico quali.

  1. La prima regola fondamentale è non mettere per nessun motivo la pentola a pressione in lavastoviglie: rischierete di compromettere la valvola e a lungo andare rovinerete anche il coperchio ermetico e la leva di chiusura.
  2. Ricordatevi che lavare una pentola a pressione è molto semplice: vi basterà dell’ acqua calda e del sapone per i piatti. Mettere il sapone all’interno della pentola, aggiungete acqua e iniziate a strofinare il fondo e i bordi della pentola con una spugnetta non troppo abrasiva. Procedete nello stesso modo per il coperchio.
  3. Nel caso in cui vi rendiate conto che la valvola di decompressione sia ostruita, potrete rimuoverla dal coperchio, immergerla in aceto e acqua calda per una quindicina di minuti e poi procedere a rimuovere eventuali incrostazioni di calcare con uno spazzolino. Basterà poi risciacquarla sotto acqua corrente e riposizionarla sul coperchio.
  4. Infine, in caso di sporco ostinato, causato magari da cibi che si sono bruciati e attaccati sul fondo della pentola (ipotesi piuttosto rara dal momento che le pentole a pressione sono dotate di doppio fondo), vi basterà mettere acqua, bicarbonato e un po’ di detersivo per piatti nella pentola, accendere i fornelli e portare ad ebollizione (ovviamente senza coperchio!).

Seguendo questi nostri semplici consigli, vedrete quanto sarà semplice effettuare la manutenzione della vostra pentola a pressione, che, anche se utilizzata quotidianamente, resterà come nuova! Ricordatevi di non farvi spaventare dai prezzi leggermente più alti rispetto alle altre pentole in commercio, perché acquistare una pentola a pressione vuol dire fare un ottimo investimento sotto diversi punti di vista!

E’ dai tempi del Liceo che la scrittura è tra le mie più grandi passioni.
Da allora, e dopo aver conseguito una laurea in Letteratura, scrittura, editoria e giornalismo, condivido pensieri e offro consigli utili per la vita di tutti i giorni con chiunque abbia piacere di leggermi. Le guide all’acquisto degli elettrodomestici sono la mia specialità ;-).
Ciò che conta per me è che ciò che scrivo sia sempre interessante, chiaro, esaustivo e soprattutto sincero.

D’altronde, come ha detto anche Ernest Hemingway, tutto quello che si deve fare è scrivere una frase vera. Scrivere la frase più vera che si conosce.

Back to top
menu
Pentole Pressione migliori