Quando e come cambiare la guarnizione della pentola a pressione: info e consigli

Avete mai sentito parlare delle pentola a pressione? Questa è una pentola che si differenzia da quelle tradizionali e che viene utilizzata per specifici scopi.

In questo articolo capiremo non  solo quali sono questi scopi, ma anche quanto è importante la guarnizione della pentola e quando bisogna cambiarla.

Non vi resta  che continuare a leggere per scoprire tutto questo.

La pentola a pressione:  a cosa serve?

Iniziamo con il dire che cucinare con la pentola a pressione è davvero fantastico:  questo perchè  possiamo ridurre i tempi di cottura degli alimenti  e questo è possibile perché la temperatura di ebollizione dell’acqua, grazie alla pressione del vapore che è trattenuto in pentola, sale a 120°C rispetto ai 100°C.

Questa pentola è ideale se per esempio vogliamo cucinare piatti specifici come brodi di carne ma anche vegetali e  risotti. Ma ovviamente la lista non finisce qua, inoltre possiamo poter cucinare piatti sani senza usare il sale.

Ma cos’altro la distingue da una pentola tradizionale? Sicuramente il suo coperchio a chiusura ermetica che impedisce la fuoriuscita del vapore che deriva dall’ebollizione dei liquidi che sono stati versati.

Questo coperchio si caratterizza   per la presenza di due valvole: la valvola di esercizio, detta anche valvola di sfogo e  la valvola di sicurezza.

Dopo aver parlato della pentola a pressione e del fatto che può essere utilizzata per specifici scopi,  passiamo ad un altro elemento importante che la caratterizza e che bisogna tenere in considerazione.

Parliamo della guarnizione: cerchiamo di capire qualcosa in più a tal proposito.

L’importanza della guarnizione della pentola a pressione

Uno dei dilemmi quando si ha una pentola a pressione, e non solo, è proprio la guarnizione. Tendenzialmente, come abbiamo potuto capire, la pentola di questa tipologia è una vera alleata per preparare ottimamente ogni pasto durante i giorni ma, come ogni altro prodotto, necessita di manutenzione e di una grande attenzione.

Ad esempio un problema spesso si ha proprio per via della guarnizione che, infatti, con l’utilizzo costante può andare a danneggiarsi.

In questo caso, però, non bisogna disperare perché si potrà continuare ad utilizzare la pentola: in che modo?

Ovviamente cambiando la guarnizione e sostituendola con una nuova. In questo modo, quindi, si potrà continuare ad utilizzare la pentola senza doverla necessariamente cambiare. Questa procedura, seppur possa sembrare banale dall’esterno, in realtà, richiede un minimo di pratica o comunque di dimestichezza; ecco perché è necessario informarsi prima e capire effettivamente come poter fare.

Di seguito, quindi, vi mostreremo qualche consiglio utile per capire quando bisogna cambiarla e soprattutto come fare.

Guarnizione della pentola a pressione: come capire quando arriva l’ora di cambiarla?

Quando si acquista una pentola a pressione, bisogna subito pensare a quello che occorrerà fare per poterla tenere al meglio per un periodo di tempo abbastanza lungo. Ed infatti la pentola a pressione può durare nel tempo, se solo si utilizza nel modo giusto e se si pulisce sempre nel modo migliore oppure se si fa manutenzione in modo regolare.

Un dettaglio a cui bisogna prestare attenzione è proprio la guarnizione della pentola. Per riuscire a continuare ad utilizzare la pentola in modo corretto, infatti, bisogna riuscire anche a preservarla nel modo corretto ad esempio facendo attenzione ai dettagli.

Per quanto riguarda la guarnizione, di solito si consiglia di cambiarla ogni 400 ore di funzionamento in quanto col tempo e con l’utilizzo essa tende a perdere la sua capacità e quindi il suo utilizzo ottimale ossia la funzione ermetica che è proprio ciò che caratterizza questa tipologia di pentola.

Sicuramente può essere complicato riconoscere quanto tempo è passato rispetto all’utilizzo di questa pentola ed ecco perché si consiglia di cambiare la guarnizione ogni volta che ci si rende conto che si è danneggiata o che si è rovinata con i vari utilizzi.

Questo perché, anche se una minima parte di danneggia o si frantuma, è sempre meglio sostituirla in quanto la guarnizione non agirà più nel modo corretto e quindi nel modo per cui è stata acquistata quella tipologia di pentola.

Quando paliamo di questo ci riferiamo alla  capacità di trattenere la pressione nel modo giusto per poter lavorare e cuocere gli ingredienti presenti al suo interno.

Ovviamente in quel caso potrete comunque utilizzare la pentola in altro modo, ad esempio non come una pentola a pressione, però appunto dovrete ricordarvi di sostituirla affinché possa continuare a svolgere la sua “azione primaria”.

Come si sostituisce la guarnizione della pentola a pressione?

Una domanda che molti si pongono nel momento della sostituzione della pentola a pressione riguarda proprio il “come dover effettuare questa procedura”.

Partiamo col dire che ogni pentola ha un suo modo ed infatti sul coperchio o da parte del produttore di guarnizioni dovrebbero esserci le indicazioni che indicano come farlo nel modo corretto.

Di solito quello che si fa è rimuovere la guarnizione vecchia, che può presentarsi in modo anche non del tutto integro e quindi anche abbastanza rovinato, e aggiungere la guarnizione nuova.

In questo caso la tipologia da dover inserire è proprio quella indicata da parte del produttore di guarnizione e di quella tipologia di pentola così da non rischiare di acquistare e quindi di applicarne una che non va molto bene.

Ecco perché dovrete sempre fare attenzione alla guarnizione che volere inserire come sostituzione, per capire se è quella corretta alla pentola che possedete.

Una volta acquistata, dovrete semplicemente rimuovere quella vecchia e inserire quella nuova e di solito si tratta di un passaggio alquanto manuale e quindi non troppo complicato.

Riflessioni introduttive: cosa abbiamo detto?

Da quanto detto sin’ora,  abbiamo sicuramente capito che la guarnizione è una parte importante della pentola a pressione.

Abbiamo inoltre messo in evidenza il fatto che è importante  comprendere quando occorre davvero cambiare la guarnizione, perché magari si è rovinata, e quindi sostituirla, cercando di scegliere quella giusta per la vostra pentola.

Come vedete non si tratta di operazioni troppo complesse anche se  è necessario comunque avere una buona manualità e soprattutto riuscire a scegliere la tipologia giusta per la vostra pentola.

Detto questo, come sceglierete la vostra prossima guarnizione?

Sono Di Pietrangelo Melania, Psicologa, appassionata della scrittura. Amo scrivere, non solo articoli di psicologia, ma anche contenuti che riguardano l’estetica e la tecnologia nel senso più ampio: mi piace scrivere in generale di elettrodomestici, prodotti di avanguardia, nel caso dei prodotti di Amazon. Credo che scrivere sia una delle cose più formative e educative che ci siano. Non solo per chi scrive, ma anche per chi legge. A patto che l’informazione sia sana e fedele alla realtà.

Back to top
menu
Pentole Pressione migliori