Come si usa una pentola a pressione su piano ad induzione

La pentola a pressione è un alleato perfetto per tutti coloro che amano stare ai fornelli. Spesso vengono utilizzati ad esempio quando si ha poco tempo a disposizione per la preparazione del pranzo e della cena. Queste pentole di solito si adattano a tutti i tipi di piani cottura, ma bisogna accertarsi della loro compatibilità prima ancora di acquistarle. Una delle tipologie di piani di cottura che sta spopolando ultimamente è quella a induzione.

I fornelli a induzione si trovano oggi in molte cucine e vengono scelte specialmente per le loro qualità estetiche, ma anche per la praticità di utilizzo che garantiscono. Vediamo quali caratteristiche deve avere una pentola a pressione per essere adatta da usare sui fornelli a induzione e quali vantaggi permette.

Piani a induzione: cosa devi sapere

Le pentole a pressione sono dei prodotti abbastanza versatili e pratici da utilizzare. Sul mercato si possono trovare modelli di pentole a pressione che si adattano a più tipologie di piani di cottura, tra cui quello a induzione. Bisogna stare attenti alla tipologia di pentola che si sceglie di utilizzare, assicurandosi che possa essere effettivamente adatta per essere utilizzata sui piani a induzione.

Tra i vantaggi offerti dai piani induzione troviamo il risparmio di tempo e di energia che l’uso di questi fornelli permette. I piani a induzione realizzati in vetroceramica sono quelli più apprezzati al giorno d’oggi. Sono infatti in grado di ridurre notevolmente la dispersione di calore che viene generata invece con l’uso di un tradizionale fornello a gas.

Inoltre, raggiungono la temperatura di cottura ideale in tempi decisamente ridotti, concentrando la produzione di calore in un’area ridotta, vale a dire la superficie della pentola posta sul fornello. Questa tipologia di pentole è dotata di un fondo a tre strati e di un rivestimento interno antiaderente per evitare che il cibo si possa attaccare mentre si utilizza la pentola.

Pentole a pressione: si possono usare sui piani induzione?

Ebbene sì, oggi hai la possibilità di utilizzare delle ottime pentole a pressione di buona qualità anche sui piani a induzione. Avendo in dotazione un fondo con triplo strato, il suo utilizzo si adatta anche a questi tipi di piani cottura. In particolare, si adattano ai fornelli a induzione realizzati in vetroceramica.

Tra i principali vantaggi di questi fornelli a induzione troviamo una ridotta dispersione del calore generato e anche un ridimensionamento delle tempistiche necessarie per la cottura delle pietanze. Bisogna assicurarsi naturalmente che la pentola che utilizziamo sia effettivamente compatibile con il fornello a induzione che possediamo in casa.

Quali caratteristiche deve avere?

Una pentola a pressione, per poter essere considerata compatibile con i piani a induzione della nostra casa, deve avere delle caratteristiche fondamentali. Ad esempio, deve essere realizzata in acciaio inossidabile e deve avere in dotazione un fondo a tre strati, combinati con l’alluminio. Deve essere inoltre un fondo piatto, in grado di garantire una buona trasmissione del calore. È fondamentale essere sicuro che la pentola a pressione che hai acquistato o che intendi acquistare sia compatibile con il tuo piano a induzione.

Verifica la presenza del simbolo dell’induzione. Questo simbolo è spesso presente nelle pentole a pressione e ha la forma di una spirale disposta su un asse orizzontale. Se hai acquistato di recente una pentola a pressione, non devi preoccuparti.

I modelli più recenti che sono disponibili sul mercato godono di una buona versatilità ed è molto probabile che siano compatibili con i fornelli a induzione. Spesso sono pentole dotate di un coperchio a chiusura ermetica munito di una valvola di esercizio che è collegata ad una leva. In questo modo è possibile far raggiungere alla pentola la pressione desiderata per la cottura dei cibi posti al suo interno.

Pentola a pressione: come si usa sul piano a induzione

L’utilizzo di una pentola a pressione su un piano a induzione è abbastanza semplice ed è simile a come si usa la pentola a pressione sul piano di cottura tradizionale. Occorre accendere il piano cottura e posizionare la pentola a pressione su uno dei suoi fornelli. Puoi scegliere di regolare la temperatura impostando almeno inizialmente un livello di temperatura abbastanza alto, così da permettere al fornello di scaldarsi in fretta. Quando la pentola inizia a sfiatare bisogna abbassare un po’ la temperatura. In questo modo puoi capire quale regolazione è quella giusta per il tipo di pietanza che stai preparando.

La pentola deve continuare a sfiatare né in modo eccessivo né in modo troppo debole. A questo punto potrai lasciar fare alla pentola il suo lavoro in maniera del tutto autonoma, senza la necessità di prestare attenzione alla pentola. Una volta terminato il periodo di cottura, puoi spegnere il fornello. A questo punto puoi lasciare sfiatare la pentola in autonomia e puoi abbassare il coperchio.

Quando la valvola di sicurezza si sarà abbassata indicherà all’utente che la pressione interna è abbastanza bassa da poter aprire la pentola. In alternativa, puoi scegliere di far sfiatare manualmente la pentola sollevando l’apposita levetta e velocizzando i tempi necessari per l’apertura della pentola stessa.

Fin da piccolo la scrittura è stata per me un rifugio e una passione. Adesso è diventata il mio lavoro. Sempre attento a quello che scrivo e a come lo scrivo, ho avuto la possibilità di crescere professionalmente nel mondo delle parole. Mi piace soprattutto recensire prodotti di uso comune e rendere accessibili i miei contenuti a tutti gli utenti.

Back to top
menu
Pentole Pressione migliori